Burkhard Bacher - Stella Cuoco Burkhard Bacher – In giro per il mondo …

Quando Burkhard Bacher nel 1960 schiuse gli occhi alla luce del mondo, è un vero miracolo che non l’abbia fatto con già un piccolo cucchiaio in mano. Il maestro alle pentole e padelle nel ristorante gourmet – Burkhard Bacher – ha presto scoperto la sua passione per l’alta cucina. Dopo aver completato l’apprendistato come cuoco nelle case più rinomate in Alto Adige, si mise in viaggio per scoprire le cucine del mondo. Le influenze della cucina internazionale lo hanno aiutato a coltivare il suo talento naturale, e riuscì così ad unire in modo armonioso le diverse filosofie culinarie. I deliziosi piatti che crea nel ristorante “Kleine Flamme” descrivono la cucina personalizzata globale che è così caratteristica dell’arte culinaria di Burkhard Bacher.

Le Tappe del Viaggio Culinario

La Francia è la patria dell’alta cucina, e quindi il paese della nouvelle cuisine rappresenta un’attrazione quasi magica per Burkhard Bacher. In ristoranti prestigiosi come il “Georges Blanc” o il ristorante “L’Oasis” di Stephane Raimbault e Louis Outhier a La Napoule, ha potuto acquisire una notevole esperienza e le influenze che ancora oggi sono le fondamenta delle sue creazioni culinarie. A Ghent in Belgio da “Benito” si perfezionò nella produzione di salumi e torte.

La cucina italiano – leggera e vivace – svolge un ruolo importante nelle creazioni di Bacher. Nell’Enoteca Pinchiorri a Firenze e presso il ristorante “Da Vittorio” a Bergamo Burkhard Bacher ha saputo guadagnarsi una profonda conoscenza della cucina mediterranea italiana.

Durante diverse tappe istruttive ed interessanti negli Stati Uniti ha avuto la possibilità di lavorare nelle cucine di Jean Georges a New York e nel ristorante gourmet “Joel” di Joel Antunes ad Atlanta.

L’influenza asiatica era la prossima tappa sul menu da viaggio di Burkhard Bacher. Nel corso di diverse visite del probabilmente miglior albergo del mondo – l’Hotel Oriental a Bangkok – ha acquisito l’arte delle cucine tailandese, cinese e giapponese. Grazie al suo stile raffinato e il suo grande talento ha avuto l’onore di organizzare diversi festival culinari dedicati alla cucina italiana presso l’Hotel Orientale a Bangkok e negli Hotel Oriental di Singapore e Macao.

I capolavori culinari di Burkhard Bacher hanno già viziato diversi palati reali, come per esempio il re della Spagna Juan Carlos I., la regina tailandese Sirikit e la regina della Danimarca Margrethe II.

Con l’apertura del ristorante “Kleine Flamme” a Vipiteno nel 1998, Burkhard Bacher insieme a sua moglie ha realizzato il sogno di una vita.